MEDIADOMUS

via alessandro manzoni, 328922 VERBANIA (VERBANO CUSIO OSSOLA)

AGENZIE IMMOBILIARI

Mediadomus è una realtà consolidata operante nel settore immobiliare.
Nel proprio ufficio di Verbania Pallanza in via A. Manzoni 3, proprio di fronte allo splendido scenario del Lago Maggiore e del golfo Borromeo.

Mediadomus si avvale della collaborazione di un team formato da Agenti qualificati in Affari e Mediazione guidato dal proprietario Francesco Giovenzani.

I servizi offerti coprono tutti gli ambiti della gestione immobiliare.
Consulenza per l’acquisto, la vendita e la locazione di appartamenti, ville, dimore storiche, terreni edificabili, locali commerciali, hotel e resorts.

Grazie alle collaborazioni consolidate da anni di sinergie con studi professionali, Mediadomus è in grado di accompagnare il cliente nell’ambito della progettazione e ristrutturazione di immobili, nonché richieste relative a pratiche catastali e certificazioni energetiche.

La professionalità, la cortesia e il costante aggiornamento formativo e personale di ogni singolo componente del team, permette a Mediadomus di essere un punto di riferimento per i clienti che negli anni hanno scelto di avvalersi di un partner solido per il proprio bisogno di cambiamento e miglioramento.


Valutazioni gratuite

Una giusta valutazione rende il tuo immobile più vendibile

Certificazione energetica

La certificazione energetica degli edifici è una procedura che attesta la prestazione o il rendimento energetico di un edificio al fine di consapevolizzare gli utenti a un minor consumo così da evitare gli sprechi compiendo scelte più consapevoli. La certificazione energetica è anche da intendersi quale strumento perla trasparenza del mercato immobiliare così che il futuro acquirente, ricevendo la certificazione energetica dal venditore, possa sapere con precisione l’effettivo valore di consumo dell’immobile che è in procinto di acquistare.

La certificazione energetica altro non è che una procedura che, attraverso una metodologia standardizzata (definita a livello regionale oppure a livello nazionale), classifica un edificio all’interno di una scala graduata sulla base delle sue caratteristiche energetiche. La certificazione energetica, il cuiobbligo deriva da una direttiva di carattere comunitario, è recentemente diventata una procedura di carattere nazionale recepita attraverso il D.M.26 giugno 2009 con le “Linee guida nazionali per la certificazione energetica degli edifici” in cui, tra le altre cose, si specificano le metodologie di calcolo per la definizione dell’indicatore di prestazione energetica e si fornisce un criterio di classificazione. Ciò detto nonostante una direttiva europea recepita dal Decreto Ministeriale ogni regione (o almeno, allo stato attuale) hanno legiferato una propria metodologia di calcolo “proprietaria” per la definizione dell’indicatore di prestazione energetica.

Le classi energetiche, prodotte dalla certificazione energetica, vanno dalla A+ (edificio a bassissimo impatto ambientale la cui realizzazione comporta ingenti sacrifici tecnologici ed economici e che attualmente è rappresentata da una ristrettissima cerchia di edifici che sono quasi tutti di carattere sperimentale) alla classe G (edificio ad alto consumo energetico che oggi rappresenta la stragrande maggioranza del parco edifici presente sul territorio nazionale e regionale).

Si deve osservare comunque come le recenti modifiche alle procedure di calcolo introdotte dall’ultimo D.G.R. (Decreto della Giunta Regionale) 5736 dell’11 giugno 2009 “Aggiornamento della procedura di calcolo per la certificazione energetica degli edifici” comporti, per tutti gli edifici da certificare, un netto miglioramento nella classe energetica che emerge dalla procedura di calcolo questo perché la procedura di calcolo risulta nettamente differente rispetto alle procedure di calcolo che venivano utilizzate per la certificazione energetica fino all’introduzione del D.G.R. stesso. Tradotto in termini più semplici se la certificazione energetica prodotta con le “vecchie” metodologie comportava un inserimento di un edificio in classe “G” non è detto che lo stesso edificio valutato in termini di certificazione energetica con la nuova procedura sia ancora nella classe sopracitata; molto spesso, infatti, la classe risultante sarà finanche nettamente superiore.

Home staging

Abitare per tanto tempo la stessa casa fa perdere obiettività su ciò che si deve cambiare per migliorarla e quindi venderla più velocemente e al giusto prezzo di mercato.

L’home stager non è un decoratore di interni, un agente immobiliare o un architetto.
E’ una figura complessa e trasversale e di supporto alle professioni appena citate, che deve possedere, a nostro avviso, oltre ad un innato gusto estetico e tanta creatività, una visione ampia del prodotto immobiliare e delle logiche di promozione. Non si occupa direttamente di vendita o di locazione di immobili (se non è anche un agente immobiliare abilitato), non progetta interventi di ristrutturazione (se non è anche un geometra, architetto, ingegnere,…), conosce però il mondo immobiliare con particolare riguardo alle strategie di commercializzazione degli immobili ed alla loro reale possibilità di essere trasferiti o locati in funzione della loro “appetibilità”; gli saranno di aiuto concrete basi di interior design, avere il polso del mercato di riferimento in termini quantitativi (es: valori immobillari) e qualitativi (es: caratteristiche della domanda ed offerta di prodotto), una facilità di gestione delle principali leve di marketing ed una infarinatura di psicologia della vendita, senza dimenticare una buona consapevolezza delle normative in campo edilizio ed urbanistico al fine di non consigliare interventi “irrealistici”.

Una consulenza in Home Staging può includere:

il riposizionamento dei mobili;
la fornitura di accessori di arredo e/o una lista di cose da acquistare per rendere il tuo appartamento più accogliente;
la consulenza per il colore: la scelta della pittura, dei tappeti, dei mobili o dei piani di lavoro;
una lista di riparazioni, piccole migliorie e consigli per la pulizia approfondita di tutti i dettagli;
l’eliminazione dalla casa di tutto ciò che è inutile.


Verbania, città capoluogo della Provincia del Verbano Cusio Ossola, è nata ufficialmente nel 1939, dall’unificazione dei preesistenti Comuni di Intra e Pallanza e relative frazioni, ed è composta da diverse località, lacustri e collinari, che offrono opportunità di itinerari diversificati.

“Verbania, un giardino sul lago Maggiore“ è il motto con cui la città, terrazzo naturale sul Golfo Borromeo, si presenta ai visitatori. Giardini e parchi, infatti, sono la principale attrattiva turistica della zona, da sempre meta ideale di chi cerca di coniugare al relax della vacanza la bellezza e l’armonia del paesaggio.

Il suo territorio si estende sulla fascia collinare che dolcemente risale verso l’arco alpino. Il clima particolarmente mite, la possibilità di un contatto diretto con la natura, attraverso gite sul lago, visiste a giardini e passeggiate nell’entroterra, il patrimonio museale di prim’ordine e le numerose testimonianze di arte sacra, rendono la città e il territorio luoghi ideali dove trascorrere una bella vacanza.